CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Curiosando nel Braille

Durante questo anno scolastico, tra marzo e aprile, noi alunni delle classi prime della scuola media Zucchi siamo andati in visita alla Biblioteca Italiana per i Ciechi “Regina Margherita” (B.I.C.) di Monza,

una biblioteca molto importante non solo per la nostra città, ma anche a livello nazionale. Durante la visita siamo stati accompagnati da persone vedenti e non vedenti e ciò ci ha permesso di conoscerle meglio, di interagire con loro e di capirne anche le abitudini quotidiane. La prima parte della visita è stata dedicata alla storia dell’alfabeto “Braille” e del suo creatore: un non vedente di nome Louis Braille. Questa parte è stata curata da Massimiliano, un uomo non vedente di una cinquantina d’anni, che lavora alla BIC e che, nonostante la sua disabilità, è riuscito a costruirsi una famiglia ed è papà di due bambine, come lui stesso ci ha raccontato. Al termine della spiegazione Massimiliano ci ha dato una dimostrazione pratica di lettura in Braille, leggendoci in modo molto scorrevole una parte di un libro di Harry Potter. Successivamente, con la guida di Antonio, un impiegato vedente della BIC, ci siamo messi in gioco in prima persona, toccando dei libri scritti in Braille, approfondendo con delle schede il funzionamento dell’alfabeto, provando a leggere qualche parola. Qualcuno ha provato anche a scrivere il suo nome. Poi abbiamo velocemente visitato gli scaffali della biblioteca, che contiene oltre 50 mila libri, e ci siamo soffermati a vedere alcuni strumenti utilizzati dai non vedenti per scrivere: la tradizionale tavoletta Braille con il punteruolo, la macchina dattilo-braille e il sintetizzatore vocale, che permette ai non vedenti di scrivere tranquillamente al computer e di verificare la correttezza di quanto scritto. Ultima tappa è stata con Gianluca, un pianista non vedente che ci ha spiegato come si impara la musica, leggendo alternativamente con una mano e con l’altra suonando. Infine abbiamo rivolto sia a Massimiliano che ha Gianluca tantissime domande sulla loro vita, sulle difficoltà incontrate, sulla loro infanzia, sulla differenza tra essere non vedenti dalla nascita (come Massimiliano) e diventarlo (come Gianluca).La visita alla biblioteca è stata un'esperienza bellissima e coinvolgente. Quello che abbiamo imparato e abbiamo provato lo abbiamo inserito nei nostri lavori, che abbiamo inviato al concorso organizzato dalla biblioteca. Alcuni lavori della nostra scuola hanno vinto o hanno meritato una menzione speciale e così la nostra avventura alla BIC è stata completata dalla partecipazione alla premiazione, che è avvenuta sabato 12 maggio al Cinema Capitol di Monza. Speriamo che anche le prossime prime medie potranno fare questa bellissima esperienza!

(Federica D'Alessandro – Lorenzo D'Ambrosio - Martina Torreggiani – Stella Blandizio – Alessia Cappelletti – Ilaria Gargioli – Martina Menconi – Elena Rivolta – Ariannna.

braille1 1 braille22

Copyright © 2014 Istituto Comprensivo Anna Frank. - miic8ad009@istruzione.it; Posta certificata: miic8ad009@pec.istruzione.it - by Joomla! -